Please disable Ad Blocker before you can visit the website !!!
ads
View : 360 Click : 0

Tartufo: rosso, bianco o spumante?

by MyLike   ·  1 anno ago  
thumbnail

Gli abbinamenti migliori ad accompagnare il pregiato tartufo nero o bianco. Dai vini fermi a quelli frizzanti, dallo champagne alle uve locali

Avete pensato a quale vino servire insieme al tartufo?

Non tutti ne esaltano il sapore, anche le bollicine ci possono stare in alcuni casi.

Meglio un vino bianco o rosso?

Tartufo bianco e tartufo nero esigono diversi vini, spesso sono ottimi quelli territoriali. Ma andiamo con ordine e partiamo proprio dagli spumanti.

Vale per tutti i tipi di vini, non solo per lo spumante: il sapore non deve annientare il carattere delicato del tartufo. Dunque, vanno bene quelli ricchi di aromi, eleganti, persistenti, ma senza un corpo eccessivo. Le bollicine sono compagne perfette di questo piatto se la componente grassa è presente. Vanno bene gli spumanti che abbiano avuto lunghe soste sui lieviti dotati di maggiore cremosità e acidità meno forti: quindi il classico italiano ma anche lo champagne.

Gli spumanti metodo classico dai lunghi affinamenti, avendo mannoproteine, glicerina, acidi grassi e profumi di panificazione, si sposeranno alla perfezione con l’amore del tartufo. L’effervescenza pungente degli spumanti meno evoluti o metodo Charmat potrebbero invece annientare il tartufo.

Dicevamo all’inizio che molto spesso l’abbinamento più corretto è vino del territorio più tartufo. Andiamo a vedere come funziona e poi scopriamo quali sono i vini che meglio accompagnano il tubero nero o bianco.

Tartufo nero e bianco: quale vino abbinare

Il tartufo bianco di Alba ben si accompagna con il Metodo Classico Alta Langa. Al contrario, il tartufo nero di Norcia necessita di vini bianchi e rossi capaci di valorizzare nettamente le migliori doti di questo gioiellino di profumi e gusto. La scelta, in questo secondo caso, può ricadere su un vino bianco profumato, di buona lunghezza e struttura, equilibrato in freschezza e acidità, morbido all’assaggio. In questo caso, fanno al caso Vernaccia di San Gimignano Riserva, Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva, un Riesling o un Muller Thurgau.

Per quanto riguarda il tartufo nero, ancora una volta, i rossi migliori sono quello di Montalcino, un Nebbiolo delle Langhe o il Pinot Nero del Mugello. Se il tartufo nero accompagna secondi di carne, meglio scegliere Montepulciano d’Abruzzo, Cesanese del Piglio, Aglianico del Vulture o Barbaresco.

 

Spostiamoci ora sul tartufo bianco. Se accompagna le uova, scegliete pure uno spumante metodo classico con Alta Langa, Franciacorta Satén, Trento Doc e Champagne Blanc de Blancs.

Se il tartufo va a impreziosire la pasta all’uovo, i bianchi piemontesi sono eccellenti. Per esempio, il Roero Arneis e il Gavi, oppure Nascetta e Colli Tortonesi Timorasso.

E ancora: Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore, uno Chardonnay come quelli del Carso o ancora delle Langhe; infine, il Riesling dell’Oltrepò Pavese.

 

Se il tartufo bianco accompagna la carne, servita a crudo, gli abbinamenti migliori sono il Barbera d’Alba, il Dolcetto d’Alba o lo Chardonnay delle Langhe. Se il tartufo bianco impreziosisce la fonduta, un filetto di manzo o cacciagione da piuma, allora riecco il Barbaresco, un Vino Nobile di Montepulciano, un Pinot Nero dell’Alto Adige o il Barolo.

Giuliano Tartufi

Leader nel settore dei Tartufi, da più di 30 anni siamo specializzati nella produzione di specialità di Tartufo

ads
View : 342 Click : 0